QUARTIERE SAVENA DI BOLOGNA

via Massa Carrara 3 (angolo via Arno)

 

 

Grazie ad una ricerca della Dott.ssa Cristina Bersani Berselli nel 1999, con l'ausilio di una equipe di tecnici specializzati  coordinati dall'Architetto Michele Ghirardelli, sappiamo che l'Oratorio di Santa Croce, dedicato alla Santissima Croce, alla Vergine Maria Madre di Dio, a San Bartolomeo, a Sant'Antonio da Padova, al vescovo Folco ed ai beati Vincenzo e Beatrice della famiglia Rusconi, fu eretto nel 1791 per volontà del Dottor Carlo Antonio Rusconi, illustre bolognese di antiche nobili discendenze.

La Santa Croce ed il ministero della passione di Cristo sono il tema centrale della decorazione dell'Oratorio, eseguita a tempera su muro.

Allo stato attuale sulla storia dell'Oratorio di Santa Croce non si conosce il nome dell'architetto costruttore, sebbene la sua struttura, a croce latina, aderisca perfettamente ai dettami della trattatistica architettonica del Settecento, né il nome del pittore che l'ha decorata e ornata, anche se c'è chi ritiene probabile un intervento di Antonio Basoli.

Natura e simbologia cristiana o assai bene in questo piccolo edificio, suscitando nel visitatore un sentimento di raccoglimento, di tranquillità, di pace agreste...

...E' per questo che l'associazione CIAK, sotto la direzione della responsabile della gestione artistica Claudia Rota, grazie all'intervento del Comune del Quartiere Savena, ha deciso di VALORIZZARE questo piccolo ma prezioso edificio, rendendolo un punto di incontro artistico e culturale attraverso spettacoli cadenzati settimanalmente al giovedì, a partire dall'8 Ottobre 2015.

L'Oratorio è stato ribattezzato, in occasione degli spettacoli che si terranno al suo interno, "Teatro degli Angeli".

Questo nome ha un significato innanzitutto architettonico, richiamando l'angioletto, posto al centro della volta all'interno dell'Oratorio, che sostiene il lino sul quale è impresso il volto di Cristo, a ricordo del telo della Veronica.

  

Conferenza stampa per l'apertura del Teatro degli Angeli, grazie ad un Patto di Cittadinanza Attiva con il Comune di Bologna, tenutasi a Palazzo d'Accursio nella Sala stampa Luca Savonuzzi ad ottobre del 2015 con la presenza dell'assessore alla cultura

 

 

e-max.it: your social media marketing partner

Compila il FORM

Contact us

Your message has been sent sucessfully